top of page

Sezione F.A.Q.

INFORMAZIONI GENERALI

Chi può aderire?

A Cassa Mutua Trentina possono iscriversi tutti i lavoratori subordinati che sono assunti con il CCNL di Federcasse e che lavorano nelle Casse Rurali e negli Enti collegati.

Chi copre?

Le prestazioni di Cassa Mutua sono previste a favore:

  • dei Soci della Cassa Mutua, così come definiti nell’art. 4 dello Statuto di Cassa Mutua;

  • dei figli fiscalmente a carico del Socio, ove espressamente previsto e in presenza della documentazione richiesta da Cassa Mutua;

  • del coniuge fiscalmente a carico o del convivente “more uxorio”, risultante dallo stato di famiglia e fiscalmente a carico, ove espressamente previsto e in presenza della documentazione richiesta da Cassa Mutua.

Come si aderisce?

È necessario sottoscrivere la “Domanda di ammissione” che viene consegnata dall’Ufficio Risorse Umane.

Quando è attiva l’adesione? Quando i nuovi iscritti iniziano a usufruire della copertura assicurativa?

Potrai gestire la tua posizione di iscritto e acquisire tutte le informazioni registrandoti nell’Area Riservata al link:

 https://areariservata.cassamutuatrentina.it 

NB! PER I NUOVI ISCRITTI: la registrazione sarà possibile indicativamente al termine del mese di assunzione; infatti i dati anagrafici del nuovo Socio sono acquisiti in modo automatico successivamente all’elaborazione del primo cedolino.

ACCESSO ALL'AREA RISERVATA

Perché registrarsi in Area Riservata?

Registrandosi nell’Area Riservata, è possibile:

  • essere aggiornato su novità e procedure;

  • acquisire l'Elenco Prestazioni in vigore;

  • acquisire informative e documentazione utile;

  • presentare le richieste di rimborso;

  • monitorare lo stato di lavorazione delle richieste;

  • predisporre il riepilogo dei rimborsi annuali;

  • inviare le proprie richieste di informazioni.

Come registrarsi?

Per registrarsi  nell’Area Riservata, collegarsi tramite il seguente link: https://areariservata.cassamutuatrentina.it

Si procede con la funzione di “prima registrazione” inserendo i dati richiesti (NB! Inserire il codice fiscale con caratteri maiuscoli); la mail (che è il “nome utente”) può essere personale o aziendale (il nostro consiglio è quello di utilizzare una mail personale).

L’accesso alla propria area riservata è possibile da qualsiasi dispositivo ( PC - cellulare – tablet).

Hai perso le credenziali?

Nel caso in cui non ti ricordi la mail con cui accedi ad Area Riservata scrivi a: segreteria@cassamutuatrentina.it

Ti ricordiamo di annotare sempre la password che usi per accedere in Area Riservata. Possiamo resettarla ed impostarne una temporanea solo su richiesta scritta da inviare via mail a: segreteria@cassamutuatrentina.it

Suggeriamo di impostare sempre una nuova password una volta recuperate le credenziali.

Come faccio a cambiare i miei dati anagrafici?

Una volta entrato in Area Riservata, clicca sul tuo nome in alto a destra: nella sezione “Profilo” è possibile cambiare i propri dati e l’indirizzo email (che corrisponde al “nome utente”); nelle altre sezioni è possibile gestire i familiari oppure procedere al cambio password.

Non riesco a registrarmi. Cosa posso fare?

Innanzitutto verifica di essere nel link di Cassa Mutua Trentina (NON Cooperazione Salute): https://areariservata.cassamutuatrentina.it/
Poi verifica:
-    il codice fiscale: deve essere inserito con tutti i caratteri maiuscoli;
-    il numero di cellulare: deve essere inserito nel formato "+39.xxxxxxxxx";

-    di aver spuntato la casella "Accetto i termini e le condizioni d'uso"

-    di aver spuntato la casella "Dichiaro di aver letto e accetto i termini dell'informativa sul trattamento dei dati"

Se sei un nuovo iscritto ricorda che la registrazione sarà possibile indicativamente al termine del mese di assunzione; infatti i dati anagrafici del nuovo socio sono acquisiti in modo automatico successivamente all’elaborazione del primo cedolino.

Se ancora non riesci a registrarti, prova ad utilizzare un diverso sistema di accesso (pc/tablet/smatphone) o un diverso browser (Chrome/altro). Una volta completati tutti i dati, se il sistema non permette di avanzare, suggeriamo di verificare la correttezza dei campi inseriti o eventuali segnali di alert automatici del sistema.


Se la problematica dovesse persistere, contatta il SERVIZIO INFO all’indirizzo cassamutua.info@cooperazionesalute.it inoltrando foto delle schermate che appaiono, così da ricevere adeguato supporto.

In caso di passaggio tra Enti associati a Cassa Mutua Trentina o in caso di fusioni, cosa succede al mio account?

Solo il Socio può modificare il proprio account accedendo alla sezione “Profilo” (barra in alto a destra) in Area Riservata. Questo significa che in caso di passaggio tra Enti diversi o in caso di fusioni non viene modificato in automatico l’account.

Per tale motivo suggeriamo di utilizzare una mail personale anziché quella aziendale.

 

RIMBORSI

 

A chi devo rivolgermi per avere informazioni riguardo alle prestazioni?

Contatta il SERVIZIO INFO:

Entro il giorno lavorativo successivo riceverai risposta o sarai richiamato, in orario d’ufficio, al numero di telefono da cui hai chiamato (evita pertanto numeri di centralino).

Quali documenti devo presentare per ottenere il rimborso?

In linea generale per effettuare una richiesta di rimborso occorre inviare la fattura o notula di spesa e la prescrizione del medico di base o di uno specialista (non di chi svolge la prestazione) entro 60 giorni dalla data del documento di spesa.

La prescrizione deve essere di data antecedente (ma non superiore a 365 giorni) o uguale a quella del documento relativo alla spesa sostenuta.

Si evidenzia che la documentazione necessaria per la richiesta di rimborso è specificata nel dettaglio nell’Elenco Prestazioni all’interno di ogni singola garanzia. Si invitano quindi i soci a prenderne visione prima di inoltrare la propria richiesta.

Ho inserito i documenti, ma il sistema non mi lascia proseguire. Cosa devo fare?

Verifica di avere spuntato la casella “Dichiaro che”.

Entro quanto tempo posso presentare le richieste di rimborso?

Il Regolamento della Cassa Mutua prevede 60 giorni di tempo dall’evento sanitario (fa fede la data della fattura o notula, o la data del ricovero e delle dimissioni ospedaliere a seconda del tipo di rimborso richiesto) per far pervenire a Cassa Mutua la documentazione relativa alle spese sostenute. Per “data evento” si intende la data del documento di spesa di cui si chiede il rimborso. Per le spese sostenute a dicembre il termine di presentazione è il 31 gennaio successivo

 

Quanto tempo ho per integrare la documentazione?

Nel caso in cui sia chiesta un’integrazione, il Socio dispone di ulteriori 30 giorni per far pervenire quanto richiesto. I limiti di tempo sopra descritti decorrono dal giorno di invio della richiesta d’integrazione, sono perentori e vanno rispettati, pena la decadenza dal diritto al rimborso.  Per tutte le prestazioni dell’anno precedente presentate nel mese di gennaio il termine per produrre le integrazioni richieste è di 10 giorni rispetto alla data di richiesta.

 

Eccezioni al limite temporale dei 60 giorni

Non sono previsti limiti temporali (nell'anno solare) per la presentazione della richiesta di rimborso per coloro che si trovano nelle seguenti casistiche:

  • malattia di carattere oncologico in atto, certificata dall’Azienda Sanitaria competente, del Socio o dei famigliari a carico

  • invalidità civile permanente, pari o superiore al 74% e certificata dall’Azienda Sanitaria competente, del Socio o ai figli fiscalmente a carico (non al coniuge o al convivente more uxorio).  Per i figli minori: Il requisito è che siano certificate le difficoltà persistenti a svolgere le funzioni proprie dell'età o l’invalidità totale

ATTENZIONE! Rimane il limite di 30 giorni in caso di richiesta integrazione della documentazione (10 giorni in caso di prestazioni dell’anno precedente presentate nel mese di gennaio).

Per il Socio e i familiari a carico, al fine di acquisire una sola volta all’anno eventuali certificazioni per l’esonero all’applicazione di scoperti o franchigie (per invalidità pari o superiore al 74% o malattia oncologica in atto, certificazioni che devono essere rilasciate dall’Azienda Sanitaria competente) è possibile, SOLO IN AREA RISERVATA, aggiornare il proprio profilo caricando la certificazione richiesta. Se non è stata correttamente completata la registrazione o in presenza di certificazioni scadute o mancanti, non saranno riconosciute tali «agevolazioni».

Dove trovo l’Elenco Prestazioni?

L’elenco prestazioni è pubblicato sia in Area Riservata che nel sito internet di Cassa Mutua Trentina.

Dove trovo le strutture convenzionate?

L’elenco completo delle strutture odontoiatriche convenzionate è pubblicato sia in Area Riservata che nel sito internet di Cassa Mutua Trentina.

Come posso avere chiarimenti sulla mia pratica di rimborso?

Contatta il SERVIZIO INFO:

​Entro il giorno lavorativo successivo riceverai risposta o sarai richiamato, in orario d’ufficio, al numero di telefono da cui hai chiamato (evitare pertanto numeri di centralino).

 

GESTIRE I FAMILIARI

Posso estendere la copertura al mio nucleo familiare?

È possibile richiedere il rimborso per le spese dei familiari “a carico”.

Per dimostrare la condizione di familiare “a carico”, il Socio deve produrre copia di idoneo documento fiscale (frontespizio mod. 730 o mod. Unico) e quant’altro gli venisse richiesto da Cassa Mutua.

Per i familiari maggiorenni è necessario allegare anche l’autocertificazione compilata e controfirmata dal Socio e dal familiare, con la quale egli autorizza il trattamento dei dati sensibili e dichiara di non aver superato nell’anno di riferimento il limite di reddito previsto per essere considerato fiscalmente a carico.

Tale autocertificazione ha valore anche per il convivente more uxorio.

Tali documenti, riferiti ai redditi percepiti dell’anno fiscale precedente, dovranno essere aggiornati a decorrere dal 1° agosto di ogni anno e saranno validi fino al 31 luglio successivo.

In ogni caso Cassa Mutua si riserva di fare anche delle verifiche a campione su quanto dichiarato.

Cosa si intende per familiari “a carico”?

Coniuge/convivente “more uxorio” e figli che non percepiscano un reddito superiore alla soglia fiscalmente prevista, secondo le vigenti disposizioni di legge.

Cosa si intende per convivente “more uxorio”?

Per convivente “more uxorio” si intende il soggetto che dimora abitualmente con il Socio e che ha, con lo stesso, un impegno a mantenere una comunanza di vita e di interessi.

Come faccio a caricare i documenti per dimostrare la condizione di familiare “a carico”?

Al fine di acquisire una sola volta all’anno la documentazione utile per il riconoscimento della copertura sanitaria prevista per i familiari a carico (figli, coniuge o convivente more uxorio), SOLO IN AREA RISERVATA è possibile aggiornare il proprio profilo inserendo i dati anagrafici dei familiari aventi diritto e caricando i documenti che ne certifichino lo status “a carico”.

ISTRUZIONI: una volta entrato in Area Riservata, clicca sul tuo nome in alto a destra e seleziona “Gestisci i tuoi familiari”: completa i dati ed allega la documentazione.

ATTENZIONE! Se in area riservata non è stata correttamente completata la registrazione dei familiari a carico, non si aggiorna la documentazione fiscale o non si seleziona correttamente il familiare, Cassa Mutua non potrà acquisire in automatico i documenti ed il Socio dovrà pertanto integrare la documentazione mancante.

Mio figlio è appena nato. Quale documentazione devo allegare?

Per i figli appena nati, che non sono ancora indicati nel frontespizio del mod. 730/Unico, è necessario allegare un’autodichiarazione o il certificato di nascita.

bottom of page